Chi era Jean Louis David, ideatore del taglio scalato

Jean Louis David
Hair-Stylist, colui che ha inventato il taglio scalato

Hair-stylist, esteta, ideatore di tagli e acconciature. Per decenni, mentore indiscusso dell’arte del capello: Jean Louis David, era un’icona. Parigino d’origine, è nella Francia d’eccellenza che il parrucchiere più famoso del mondo aveva mosso i suoi primi passi. Nel 2002, si era trasferito in Svizzera, dove ha continuato a ideare e insegnare, pur scegliendo di vendere il suo impero all’azienda di Provost. Si è spento all’età di ottantacinque anni, a seguito di una lunga malattia, che lo ha limitato, ma che non ha spento il suo estro, la sua creatività e la sua inventiva, che hanno fatto il giro dell’Europa e del mondo.

Jean Louis David, era “figlio d’arte”. Nato in una famiglia di coiffeur, iniziò a Parigi la sua carriera da giovanissimo. Fu assunto dal proprietario della rivista Cinemonde, che possedeva un salone di bellezza: è li che Jean Lousi David, ha mosso i primi passi, prendendo immediatamente contatti con i più eccellenti fotografi che curavano l’immagine di modelle e attrici, le più belle ed in vista degli anni cinquanta. Periodo che si potrebbe definire d’oro per il famoso hair-stylist, perché negli anni del boom economico, del benessere e dell’esaltazione della bellezza, la sua creatività ha avuto grande spazio e ha assorbito un gran numero di consensi.

Dopo la gavetta, decide di mettersi in proprio: inaugura uno spazio tutto suo, in una delle strade più famose di Parigi. E’ in questo periodo che il famoso hair-stylist, prende contatti con i fotografi più in voga del periodo, con i quali avvia una collaborazione, finalizzata a mettere in risalto le sue acconciature. Dopo alcuni anni, decide di diventare lui stesso il fotografo ufficiale delle sue “opere d’arte” e cosi propone i suoi scatti e i primi video di tutte le sue innovazioni e creazioni.

Ideatore del primo taglio scalato, Jean Louis David, crea tagli leggeri e sbarazzini, giocando con i volumi, le lunghezze e le tipologie di capello. L’immagine della donna seriosa ed austera era ormai superata: la donna degli anni Settanta e successivamente degli anni Ottanta è una donna fortemente emancipata, che si è conquistata il suo posto nella società, che ha una sua indipendenza, una sua propria personalità. La scelta del taglio scalato, dunque, coniuga l’esigenza di mettere in risalto la freschezza e la bellezza di una donna emancipata, ad un’estetica di tendenza.

Code, scalature, asimmetrie, frange: tutte queste combinazioni creano il taglio adatto all’esigenza di una donna nuova, in movimento costante. Migliaia di saloni con il suo nome, si trovano in tutta Europa e nel mondo, e portano avanti la sua filosofia di bellezza.