Prodotti per capelli: quali usare, in che ordine e a cosa servono

Tutte le donne li usano, ma non tutte sanno davvero a cosa servano realmente, in che ordine utilizzarli e sopratutto quali usare. In commercio esiste un’ampia varietà di cosmetici per capelli, talmente tanti, adatti per ogni genere di capello e per ogni utilizzo.

In questo articolo cercheremo di chiarirti un po’ le idee, facendoti accorgere dei tuoi errori e facendoti rendere conto, invece, delle cose che vanno bene.

Shampoo

E’ un prodotto cosmetico che usiamo sin da neonati, ma non tutte le donne sanno realmente a cosa serva. Moltissime, infatti, lo utilizzano come fosse una crema da spalmare sulle lunghezze e sulle punte, in modo da pulire il capello e da nutrirlo. In realtà, così facendo, non si fa altro che danneggiare la chioma, compromettendola e rendendola crespa, secca, sfibrata, favorendo le doppie punte. Lo shampoo è un prodotto cosmetico che va acquistato con ingredienti più leggeri possibili: bisogna evitare, infatti, faciliti la comparsa della forfora, irriti e renda la cute troppo secca o troppo grassa. Lo shampoo serve semplicemente per eliminare lo sporco: bisogna selezionarne uno che fa una leggera schiuma in grado di eliminare la quantità corretta di sebo.

Balsamo

A differenza di quello che molte donne pensano, il balsamo e la maschera per capelli hanno lo stesso scopo: districare e / o nutrire il capello, per eliminare il crespo e facilitare l’asciugatura. Si può scegliere di acquistare un balsamo nutriente, e quindi non utilizzare la maschera, oppure un balsamo “vuoto” di ingredienti, leggero e districante. In quest’ultimo caso, avrà più senso affiancarlo alla maschera e precederlo durante lo shampoo, per facilitare il passaggio del pettine ed eliminare ogni tipo di nodo. Il balsamo va scelto privo di elementi pulenti, che non fanno altro che danneggiare le cuticole dei nostri capelli.

Maschera

Ne abbiamo già parlato in precedenza, a proposito del balsamo. Di solito la maschera è un prodotto che più per districare viene acquistato per nutrire. Districa, ma allo stesso tempo riesce a rimpolpare e volumizzare la chioma grazie agli eccipienti. Se viene abbinata al balsamo, la maschera va sicuramente applicata successivamente, quando i capelli sono ben districati e puliti. Bisogna applicarne alcune noci, spalmarle sulle ciocche e lasciare che agiscano per 5 o 10 minuti. Il risciacquo deve avvenire in modo abbondante.

Prodotti acidi

Di cosa si tratta? Ne avete mai sentito parlare? A seconda del luogo in cui viviamo, abbiamo bisogno di regolare il PH dell’acqua che esce dalle tubature e che lava i nostri capelli. In Italia si usa fare il risciacquo acido per aumentare l’acidità del capello, chiudendo le cuticole e rendendolo più lucido. Anche il colore ne gioverà e apparirà meno ramato. Il risciacquo acido va fatto rigorosamente dopo lo shampoo, come ultima tappa importante, con l’ausilio di prodotti come l’aceto di vino o l’aceto di mele. Di solito, si favorisce l’aceto di mele, che ha un odore più dolciastro e meno acido dell’aceto di vino. Versatene due gocce all’interno di un boccale colmo di un litro d’acqua e versatelo sulla vostra chioma. Non preoccupatevi della puzza di aceto! Se acquistate aceti puri, di buona qualità, l’odore sparirà completamente durante la fase d’asciugatura.

Leave in

Cos’è questo stranissimo termine mai sentito? Il leave in è un metodo che si utilizza soprattutto sui capelli secchi e / o crespi. I capelli di queste due tipologie hanno bisogno necessariamente di essere continuamente idratati, perché non riescono a mantenere l’acqua a lungo. Esistono vari prodotti, per tale ragione, che riescono a rimpolpare il capello anche se applicati lontano dalla fase di lavaggio. Prendono il nome di leave in quei prodotti in gel o in crema che consentono alla chioma di essere lucida e gestibile. Difficilmente si utilizzano oli come leave in a causa della loro eccessiva pesantezza, tranne l’olio di cocco, un ingrediente molto leggero che può essere applicato. Dopo lo shampoo e la piega, quando i capelli sono ormai asciutti, si può applicare un leave in che non sporca i capelli e che quindi non necessita di nessun tipo di risciacquo. Anche la lacca può essere considerata, in un certo senso, un leave in, anche se più che nutrire il capello lo fissa semplicemente, nascondendo temporaneamente la sua reale natura.

Impacchi

Si differenziano dalle maschere, in quanto non hanno il fine di districare i capelli per renderli facili alla pettinatura, ma hanno come unico obiettivo quello di nutrire in profondità. Esistono numerosi impacchi che si possono fare con erbe, oli, burri, creme, gel, alimenti, ecc. Tra gli alimenti utili agli impacchi vi sono il latte, le uova, il miele, lo yogurt, ecc. Gli impacchi vanno applicati rigorosamente prima dello shampoo (chi si sognerebbe di riempirsi la testa di uova, dopo aver lavato i capelli?). Bisogna scegliere i giusti prodotti utili a migliorare la propria chioma (sia essa secca, grassa, con forfora, crespa, fragile, troppo voluminosa) e creare le combinazioni migliori. E’ necessario applicarle almeno 5 o 4 ore prima dello shampoo, meglio ancora se la sera prima, da tenere in posa tutta la notte, dopo di che procedere con lo shampoo. Gli effetti possono non essere immediati, ma con le giuste cure e costanti, il capello più cambiare e migliorare completamente.

Ricapitolando: impacchi -> shampoo -> balsamo e / o maschera -> leave in.

Importantissimo è che decidiate di acquistare prodotti di ottima qualità, privi di SLES, SLS, parabeni, siliconi, allergeni e altre sostanze nocive per i capelli e per l’ambiente. Esistono sia prodotti biologici che prodotti accettabili, ai quali affidarsi per curare i propri capelli. Se utilizzate prodotti siliconici, non è consigliabile facciate immediatamente il passaggio al bio, ma sarebbe meglio farlo in maniera progressiva, passando prima dagli accettabili. Gli accettabili sono quei cosmetici che, nonostante non contengano siliconi, hanno proprietà filmanti e conservanti nocivi per l’ambiente.

Esistono prodotti dal costo di 70 euro come prodotti che è possibile trovare nei supermercati a 1 euro, dipende molto dalle proprie finanze e da quanto si vogliono curare i capelli. Di solito i prodotti per gli impacchi vanno acquistati puri quindi costano da 1 euro agli 8 euro. Prodotti cosmetici come shampoo, balsamo, maschera, ecc, costano, invece, dai 5 ai 12 euro circa. I leave in sono sicuramente i prodotti con il costo più alto, che si aggira tra i 12 e i 30 euro circa.