Abbronzatura: le strategie per una tintarella perfetta

Per ottenere un'abbronzatura perfetta e duratura, è importante giocare d'anticipo. Ecco alcune dritte utili per una tintarella invidiabile

Abbronzatura: le strategie per una tintarella perfetta
Immagini: iStock Photos

A-Abbronzatissime. L’estate si avvicina e non vediamo l’ora che il pallore invernale lasci il posto a un’abbronzatura invidiabile. Tutto quello che desideriamo è stare per ore sdraiate al sole e tornare dalle vacanze più scure che mai.

Prima di munirci di costume e asciugamano e volare in spiaggia per procurarci una tintarella duratura e uniforme, è bene giocare d’anticipo, cominciando a prenderci cura della nostra pelle già dalla primavera. Ecco da dove partire.

Strategie per un’abbronzatura perfetta

Integratori

Circa due mesi prima di prendere il sole, si possono assumere alcuni integratori naturali di beta-carotene e melanina, utili per rinforzare le auto-difese della pelle e tutelarla dai danni del sole. La loro funzione è quella di velocizzare il processo di colorazione cutanea e prolungare gli effetti dell’abbronzatura nel tempo. Esistono diversi integratori di melanina sul mercato, molti dei quali, oltre alle vitamine e al betacarotene, contengono anche minerali e aminoacidi che aumentano l’imbrunimento naturale della pelle.

Alimentazione

Sono diversi i cibi che favoriscono l’abbronzatura, aiutando al contempo a proteggersi dall’azione dei raggi solari. Tra questi, troviamo in pole position carote e pomodori: le prime sono ricche di beta-carotene, che aiuta a conferire un colorito ambrato; i secondi, contengono licopene, un antiossidante utile a combattere l’azione dei radicali liberi. Fate scorta di vitamine A, C ed E, che trovate in frutta come angurie, meloni, pesche, albicocche, ananas e in diversi tipi di verdura. Ottimi per stimolare la produzione della melanina, i centrifugati a base di carote, limone e arance (i famosi ACE), sono sani e fanno bene alla pelle. Da integrare alle vostra alimentazione già qualche mese prima dell’esposizione al sole.

Acidi grassi

L’assunzione di acidi grassi è importante per ottenere un’abbronzatura perfetta e sana. Gli Omega 3 e 6 sono infatti indispensabili per la formazione del film idro-lipidico che protegge e idrata la pelle. I primi sono grassi essenziali di origine animale e si trovano soprattutto nel pesce azzurro; i secondi, sono grassi essenziali di origine vegetale di cui sono ricchi gli oli di soia e mais e le germe di grano. Tra le fonti vegetali ricche di Omega 3 troviamo i semi e l’olio di lino e le noci.

Idratazione

In estate mantenere una corretta idratazione è ancora più importante, per il benessere di tutto il corpo. Bere 2 litri d’acqua al giorno aiuta a combattere la secchezza della pelle causata dall’esposizione prolungata ai raggi del sole e migliora l’aspetto e la salute della cute, consentendo all’organismo di eliminare meglio le tossine e i batteri.

Crema protettiva

Anche se il desiderio di abbronzarsi subito è forte, è bene esporsi al sole in modo graduale, evitando le ore più calde del giorno e utilizzando una crema solare da scegliere in base al proprio fototipo. L’importante è che abbia un ampio spettro di assorbimento, in grado di coprire tanto la banda dei raggi UVA che degli UVB. In ogni caso, è sempre bene cominciare con prodotti che abbiano un fattore di protezione alto.

Doposole

Anche dopo l’abbronzatura, bisogna prendersi cura della pelle, reidratandola in profondità. L’esposizione ai raggi solari fa diminuire la quantità di liquidi presenti nella nostra pelle e causa desquamazione e secchezza. Ecco perché è bene utilizzare, dopo la doccia, prodotti doposole che contengono ingredienti dalle proprietà lenitive, rinfrescanti e idratanti. Oltre ad aiutare la pelle a ritrovare la sua naturale idratazione, alleviano gli eventuali arrossamenti e scottature e prevengono la desquamazione.