Girl power: ecco com’è cambiato il femminismo

Femminismo
Il potere del femminismo

Il femminismo ha una storia: le donne, nel corso degli anni, si sono battute per i loro diritti, riuscendo ad ottenere pian piano dei risultati. Attraverso varie ondate, il femminismo ha affermato la sua forza, e la figura della donna, si è evoluta e si è affermata nella società, cambiando di volta in volta. Il girl power, è l’obbiettivo finale, che è stato però raggiunto, (se cosi di può affermare) a singhiozzi, nel corso del tempo, e in momenti diversi nei diversi Paesi Europei.

La cultura, la tradizione, la scolarizzazione, hanno da sempre influenzato l’emancipazione, nel bene e nel male. Le lotte per il femminismo, iniziarono nella metà del 1900, quando in Gran Bretagna, le donne, si battevano per avere il diritto alla scolarizzazione, al lavoro. C’è sempre stata una discrepanza tra la figura maschile e quella femminile e questa discrepanza è stata rimarcata proprio quando il femminismo ha fatto sentire la sua voce.

Moltissime donne hanno dato voce al femminismo, scrivendo libri, creando manifestazioni, gruppi associativi e movimenti a favore del femminismo. Le lotte di protesta, che più hanno acceso la fiamma del femminismo, sono quelle registrate nel dopo guerra, quando si ottenne il diritto all’aborto, alla pillola anticoncezionale e al divorzio. Sono stati questi alcuni dei più grandi risultati ottenuti dalle lotte delle donne.

Nel corso degli anni, il femminismo ha acquisito sempre maggiore forza, combattendo per un modello di donna emancipato, lontano dagli stereotipi della donna perfetta, nelle forme, nell’aspetto e nel ruolo all’interno della società. Le leggi, sono cambiate, sia nella nostra nazione che nel resto del mondo, seguendo lo stesso filone: la donna ha diritti e doveri, e cambia sia nella proposta fisica che in quella sociale. Contro il sessismo, lo stupro, contro la misoginia, contro gli stereotipi che negli anni hanno impedito che la donna si emancipasse, il femminismo, è cambiato, dando potere alle donne, in ogni forma.

Negli ultimi tempi, dunque, le differenze di genere si sono quasi del tutto appianate. In tutti i settori del sociale, la donna acquisisce un nuovo ruolo. La donna è donna e madre, è simbolicamente il fulcro della famiglia, colei da cui tutto nasce, ma è anche una persona, colta, emancipata, presente a se stessa. Il femminismo ha anche cancellato l’idea di donna fisicamente perfetta, mettendo in risalto la bellezza della donna nella sua imperfezione. Il femminismo, cancella l’idea della fisicità assoluta, degli stereotipi di bellezza che hanno schiacciato e ingabbiato la figura femminile, in un corpo e in un modo di essere che non esistono.