10 libri da leggere in quarantena: solo per ragazze

Libri da leggere in quarantena
I libri per ragazze da leggere in quarantena

L’emergenza Coronavirus, ha cambiato radicalmente la vita dell’intera umanità: lo spazio si divide in zone rosse, si comunica solo attraverso uno schermo, si lavora in smart working. Tutto è fermo, sospeso, come in una bolla. L’emergenza Covid-19, ha costretto ogni individuo, a reinventarsi, a trovare un antidoto contro la noia, la paura o la solitudine. La lettura, è tra le migliori soluzioni al problema. Ecco i 10 libri da leggere in quarantena.

  • Trascurate Milano, di Luca Ricci. E’ un libro scorrevole che racconta di una delle città più belle d’Italia, Milano. Una città movimentata, ricca, accentratrice, dinamica. Milano è forse troppo in velocità, e sempre coperta da quel velo di nebbia che la rende realmente visibile, ed ora, che è completamente vuota, spoglia della sua nebbia, dello smog e delle persone, ora è invisibile comunque. E’ raccontata come una città che per quanto piena, è a volte sola: l’autore propone dei metodi per sconfiggere la solitudine.
  • Di notte di Mercedes Lauenstein: è un libro assolutamente interessante, che si aggancia molto bene al momento storico che stiamo vivendo. E’ ambientato di notte, e racconta di una ragazza, che esce in una Monaco vuota, a passeggiare. E’ un libro sulla solitudine, sul silenzio, sulla riflessione, molto introspettivo, specchio delle città e dei paesi vuoti, quasi spettrali, di oggi.
  • Il nostro desiderio è senza nome di Mark Fisher. E’ uno dei libri più belli e riflessivi degli ultimi tempi. Si collega a questo periodo storico perché racconta del desiderio di una società di raggiungere in un futuro prossimo un’era nuova, post-capitalista. Il Covid-19, ha spinto ad una serie di riflessioni, cambiando l’asse delle priorità, cosi come fa questo libro.
  • Vasi rotti, è una raccolta autobiografica: un insieme di fatti e aneddoti e storie reali, assolutamente reali, vissuti dall’autore Andre Dubas.
  • Cent’anni d solitudine di Gabriel Garcia Marquez. Un classico intramontabile, che potrebbe essere rispolverato, o letto per la prima volta, proprio durante questa lunga quarantena. Un libro profondo sincero, delicato.
  • Casa di Foglie di Mark Danielewski, più che un racconto, è un rompicapo; racconta di una casa, che moltiplica le sue stanze, cosi come si moltiplicheranno le catastrofi che avverranno nella casa e nella mente del protagonista.
  • Il piccolo principe di Antoine Saint-Euxpery, è un libro che va letto, o riletto in un momento cosi particolare come questo. E’ un testo leggero e profondo allo stesso tempo, che evidenzia i valori reali della vita, ovvero i sentimenti.
  • Città buia di Olivia Lang che racconta di una New York vuota, cosi com’è adesso.
  • Cittadini privati di Tony Tulathimutte
  • Virus, la grande sfida di Rizzoli.