Come scegliere la città in cui andare a vivere

Se una volta nascere e vivere nella medesima città era praticamente scontato, adesso non è più così. Ogni persona si ritrova a dover selezionare accuratamente la città in cui andare a vivere, perché ogni luogo offre opportunità diversa a seconda delle esigenze di ogni individuo.

Da nord a sud, da est a ovest la situazione cambia sotto ogni punto di vista. Specialmente chi vive in una città con poche opportunità è quasi obbligato a viaggiare, trasferirsi, farsi una famiglia altrove. Come scegliere, però, la città in cui andare a vivere?

Con questo articolo desideriamo fornirvi qualche spunto, per farvi decidere al meglio qual è il luogo migliore da scegliere per viverci.

Lavoro: Il principale motivo per cui la gente, ai nostri giorni, si trasferisce è il lavoro. Andare in una città dove esistono numerose opportunità lavorative è importantissimo per riuscire a sopravvivere o vivere agiatamente. Per scoprire quali siano le città in cui vi sono più opportunità lavorative, ci si può avvalere delle classifiche online, stilate dagli enti competenti. Si tratta, tuttavia, di classifiche abbastanza relative, che bisogna prendere con le pinze. Se consideriamo il fatto che, ad esempio, la quantità di persone che presenta un cv per lavorare in un call center è molto elevata, possiamo ammettere che in questo settore è difficile trovare lavoro in ogni parte del mondo. Al contrario, chi si specializza in un settore non frequentato da molti, può trovare lavoro anche in città senza opportunità lavorative. A parte questo discorso, per capire le reali opportunità di lavoro che una città propone, bisogna trascorrere un certo periodo di soggiorno all’estero, per sondare la situazione.

Studio: Chi non ha bisogno ancora di lavorare e deve completare gli studi, deve sicuramente scegliere una città che possa aiutarlo in questo senso. Università, corsi, istituti privati, master, una città che ha tutte queste opportunità di studio è sicuramente da preferire rispetto a una che non ne ha, se si vuole continuare una carriera di specializzazione importante. E’ possibile prediligere anche le città con molte aziende che organizzano corsi, tirocini e formano per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Scuole: Chi ha già una famiglia e dei figli riterrà sicuramente importante andare a vivere in una città con delle ottime scuole. Educazione e formazione sono valori assolutamente importanti per un bambino in età scolare e per questo è necessario non sottovalutare mai questi aspetti. Scegliere di andare a vivere in una città con molte scuole, inoltre, assicura che all’interno vi siano molti bambini e famiglie con cui socializzare. Le scuole più rinomate del mondo organizzano corsi pre e post scuola, iniziative, gite, gare, raccolte e tutto ciò che possa tenere impegnati i bambini e formarli al meglio. Nella decisione della città in cui andare a vivere è assolutamente necessario scegliere una città con ottime scuole, se si hanno bambini o si ha intenzione di averli.

Sport: Anche scegliere una città che si adegui al massimo al nostro stile di vita è molto importante. Chi ama lo sport, l’avventura, le gite, le escursioni è inutile scelga di andare a vivere in una metropoli unicamente dedita al lavoro, piena di traffico e dove è importante la vita notturna. Prediligerà, piuttosto, una città più periferica, tranquilla e ricca di elementi naturali tutti da scoprire. Chi ama le palestre, sceglierà una città dove lo sport al chiuso viene molto valorizzato e dove è possibile fare amicizia e socializzare con molte persone abbiano le stesse passioni. Anche per quanto riguarda i figli, è bene scegliere una città che possa tenerli impegnati con le attività sportive, per evitare si annoino e non abbiano altra attività da svolgere oltre ai compiti per casa, una volta tornati da scuola.

Famiglia: Oltre alle opportunità, è molto importante mantenere i rapporti con la famiglia di origine. Sono molte le persone che valutano questo aspetto per la scelta della città in cui andare a vivere. C’è chi sceglie di rimanere nella città in cui è nato o chi preferisce acquistare casa in una città vicina. In ogni caso, per scegliere la città migliore in cui andare a vivere, è necessario valutare tutta una serie di aspetti e rendersi conto di quali siano le priorità della vita. Se il legame con la famiglia di origine è troppo forte e si desidera rimanere vicino a lei per sempre, ci si può anche accontentare di vivere in una città che non offre il massimo delle opportunità, tutto sta conoscere al meglio se stessi.

Clima: Anche il clima gioca un ruolo fondamentale nella scelta della città migliore in cui andare a vivere. Chi preferisce un clima caldo, andrà a vivere in una città dal clima tropicale o temperato caldo; chi ama il freddo, viceversa. In ogni caso, anche se molti sottovalutano questo aspetto, è importante trovarsi bene nella città in cui si va a vivere anche dal punto di vista del clima, per evitare di programmare tutto per poi dover fuggire perché il corpo e la mente stanno male.

Vita notturna: Molte persone, amanti dello svago e del relax serale, preferiscono scegliere la città in cui andare a vivere in base all’impostazione della vità notturna. C’è chi vuole il caos, le discoteche e i locali sempre aperti, anche di notte, e chi invece predilige le serate sul divano, con un bel film in tv. Bisogna, anche in questo caso, conoscere le proprie priorità di vita e vedere quanto queste siano essenziali.

Cibo: Molto importante è anche la qualità della vita in relazione al cibo. Se siamo abituati alla dieta mediterranea, ad esempio, ci verrà difficile apprezzare i cibi del nord est, molto differente dai nostri. Tutto viene deciso in base ai gusti, alla capacità di adattarsi, alla voglia di mettersi in gioco, ma in ogni caso bisogna valutare bene prima di prendere una decisione così drastica com’è quella di trasferirsi in una città sconosciuta. Prima di farlo, bisogna sicuramente vivere per un certo periodo nella città in questione e magari imparare a cucinare le proprie ricette, in modo da portarle sempre con sé. Poi, bisogna anche andare a mangiare fuori, per conoscere le tradizioni del posto.