Cosa accade quando un ragazzo critica una ragazza per come veste?

Criticare una ragazza per come veste
Cosa accade quando un ragazzo critica una ragazza

L’apparire, è ad oggi una prerogativa fondamentale: le mode creano delle tendenze che vengono lanciate mediante icone, che diventano modelli di riferimento a tuttotondo. I social stessi hanno una funzione fortemente coadiuvante in questo senso, in quanto fungono da canali per lanciare modi di vestire, pettinarsi, truccarsi. Star del panorama internazionale diventano i perfetti ideatori di prodotti di bellezza, o di modelli di abiti e accessori. In questo contesto, cosa accade quando un ragazzo critica una ragazza per come si veste?

La critica, può essere considerata come un’arma a doppio taglio: si può pensare che sia una “tecnica di seduzione” e dunque una modalità inversa di avvicinare la persona interessata, o può essere una forma relativamente blanda di “bullismo”. Dunque se un ragazzo critica una ragazza per come si veste, possono crearsi due diversi tipi di situazioni, una, empatica e fortemente positiva, in alcuni casi tendente all’approccio, e l’altra negativa e scomoda.

Gli esperti spiegano che le modalità di relazionarsi agli altri, cosi come la capacità stessa di creare relazioni, è cambiata: si è fortemente influenzati dall’apparire, e questo stesso apparire, può essere approvato, o meno, mediante degli strumenti che gli stessi social mettono a disposizione. I sociologi parlano di una società liquida, una società dove tutto è “fluido” “poco resistente” proprio perché basato su qualcosa che appare e non è. Il modo di vestire, è in primis la parte più importante dell’apparire: se un ragazzo critica una ragazza per come si veste, la critica può trasformarsi in una forma di distruzione dell’autostima.

Ma, accade più spesso di quanto si possa pensare, spesso, se un ragazzo critica una ragazza per come si veste, vuole avvicinarla. Anche le tecniche di seduzione sono cambiate, e le modalità di corteggiamento, sono prima di tutto identiche, ma sono spesso controverse (apparentemente). La critica, intesa come la presa in giro divertente e bonaria, ha spesso un fine positivo, che è quello di avvicinare una persona, per cercare di conquistarla, per creare un rapporto di empatia, di complicità. Se la ragazza in questione sta allo gioco in modo positivo, s potrà creare un rapporto empatico tra i due.

Un ragazzo che critica una ragazza per come si veste, spesso lo fa per creare una modalità di avvicinamento, e una complicità, applicando una tecnica di seduzione, ma il tutto deve essere sempre basato sullo scherzo. Quando la critica va oltre la modalità ludica e seduttiva, si sfocia in una critica negativa, e quindi una lotta di supremazia.