Unghie rotte: ecco 5 accorgimenti per renderle più forti

Unghie rotte
Rimedi per le unghie rotte

Unghie sane e forti necessitano di cure costanti. Il letto ungueale può indebolirsi e assottigliarsi causandone lo sfaldamento e la rottura. Il punto in cui si crea la micro-frattura, diventa veicolo di passaggio per batteri che possono causare infezioni funginee dell’unghia, che diventa debole e fragile. Il punto di frattura dell’unghia inoltre, oltre che essere estremamente delicato e la rottura stessa, può causare dolore. Le unghie rotte, dunque, vanno curate costantemente. Ecco cinque accorgimenti per renderle più forti.

  • Idratazione: Le unghie vanno costantemente idratate essendo particolarmente esposte a continui sbalzi di temperatura e lavaggi e agenti chimici che potrebbero indebolirle. E’ consigliabile utilizzare una crema mani che funga da filtro protettivo e da agente idratante, volta a creare una sorta di pellicola protettiva del letto ungueale. Il processo di idratazione, va rinnovato più volte al giorno, in particolare nei periodi freddi, quando sia la pelle delle mani che le unghie, sono maggiormente inclini alla secchezza.
  • Gli impacchi sono tra i migliori rimedi per le unghie rotte. Possono essere preparati con ingredienti naturali, come il bicarbonato di sodio, l’olio, il limone ed il miele. Per rafforzare il letto ungueale, è consigliabile miscelare in una ciotolina, due cucchiai d’olio, un cucchiaino di miele, e aggiungere un bicchierino di succo di limone puro. Il limone è disinfettante e cicatrizzante, ricco di vitamine, quindi assolutamente benefico per le unghie rotte, (in particolare fratturate internamente) che potrebbero diventare veicolo di infezioni. L’olio d’oliva ed il miele, ammorbidiscono le e idratano le unghie, ed inoltre le nutrono, rafforzandole. Il bicarbonato invece, è utile per disinfettare e sbiancare le unghie, rendendole cosi visibilmente più bianche e più sane.
  • Trattamenti particolarmente invasivi possono essere tra le principali cause di unghie rotte: lo smalto semi permanente e il gel, danno certamente un effetto molto curato e di tendenza, ma a lungo andare possono indebolire il letto ungueale. La rimozione di suddetti prodotti chimici, viene effettuata con solventi che sciolgono lo smalto, che tendono a seccare le unghie, e con lime dure che vengono usate per grattare lo strato di gel, e che quindi possono causare lo sfaldamento delle unghie.
  • Le unghie rotte, vanno certamente accorciate per evitare che si creino altre micro-fratture, e vanno smaltate con un prodotto para-farmaceutico, che funga da rinforzante. Suddetto prodotto va passato sull’unghia tre volte a settimana, fino a quando la struttura si sarà compattata.
  • Le unghie rotte, sono spesso la conseguenza di una carenza di calcio e vitamine: è importante seguire una corretta e sana alimentazione, a base di verdure, frutta e di elementi a base di calcio, come il latte ed i suoi derivati.