Calo del desiderio sessuale: a cosa è dovuto e come combatterlo

A molte donne capita, nell’arco della propria vita, di riscontrare un anomalo calo del desiderio. Non si tratta di non desiderare di avere un rapporto sessuale perché si è particolarmente stanchi, giù di morale o si ha litigato con il partner, ma di un calo del desiderio sessuale dovuto a ragioni inspiegabili e che il soggetto non riesce a comprendere.

Per questa ragione, oggi vi proponiamo un articolo nel quale vi spieghiamo alcune delle ragioni di un possibile calo del desiderio sessuale e come combattere questo fenomeno che può rivelarsi davvero fastidioso.

Scarsa autostima: Uno dei motivi più diffusi per cui le donne provano un calo del desiderio sessuale è la mancanza di autostima. Molte donne, infatti, si ritrovano a perdere o prendere peso improvvisamente, nell’arco della propria vita, dando origine a una condizione negativa. Ci sono donne che a causa di problemi ormonali vedono un aumento della produzione di brufoli e di peli o donne che sono allergiche e riscontrano in certi periodi dell’anno particolari eruzioni cutanee. Tutto ciò può portare a un abbassamento dell’autostima della donna e al calo del desiderio. Anche sentirsi “inutile” a livello intellettuale può portare a pensare di “non meritare” il sesso, di lasciarsi andare, e quindi condurre a un progressivo calo del desiderio sessuale. Per riprendere la situazione in mano, è necessario in primo luogo riconoscere il problema, dopo di che iniziare un percorso di autoaffermazione da soli, in compagnia di una persona cara o di uno specialista. Non c’è niente di male nell’ammettere di avere un problema a se stessi o a gli altri, l’importante è uscirne e riprendere l’attività sessuale normalmente.

Mancanza d’amore: Molte donne vedono nel sesso unicamente la conferma del proprio amore e dei propri sentimenti romantici. Non riuscirebbero mai, infatti, a fare sesso con uno sconosciuto, con una persona che conoscono da poco o in generale per cui non provano nulla. Il sesso per loro è il coronamento di un desiderio profondo, cresciuto nel tempo e frutto di maturazione. Capita, però, che molte donne non riconoscano neppure di fare parte di tale categoria e pensino, invece, di poter fare sesso con facilità. Durante l’atto, però, si rendono conto di non desiderarlo per un motivo sconosciuto, iniziano a sentirsi inadeguate, pensano di aver deluso e scoppiano in pianti improvvisi e incontrollati. Anche in questo caso, bisogna riconoscere il problema che in realtà problema non è. L’importante è che ogni donna rifletta bene sul fare sesso o meno prima di prendere tale decisione, per evitare di pentirsene dopo.

Pillola anticoncezionale: A volte il calo del desiderio sessuale ha origini diverse. Quando si sceglie di iniziare un percorso per ottenere la migliore pillola anticoncezionale per l’organismo, è facile imbattersi in farmaci che causano il calo del desiderio sessuale. In questo caso, la radice non sta nella psicologia, quindi è più complicato di quanto si pensi riuscire a darsi una risposta. La cosa migliore da fare è appuntarsi la data di inizio della terapia anticoncezionale, per vedere se questa coincide con l’inizio del calo del desiderio sessuale. In ogni caso, però, è bene contattare un ginecologo, che possa prendere in carico il caso specifico e riconoscere la reale problematica.

Problemi ormonali: Molte donne soffrono di problemi ormonali e di scompensi. Le cause possono essere molte e possono condurre al calo del desiderio sessuale. Esistono numerosi farmaci che regolano gli ormoni e che possono stabilizzare l’organismo, evitando l’insorgenza di tutti gli effetti collaterali che gli ormoni sballati possono causare: brufoli, peluria, irritabilità, sfoghi cutanei, forfora, perdita e aumento di peso, calo del desiderio, appunto. La cosa migliore da fare è tenersi sempre in contatto con il ginecologo e con l’endocrinologo, che aiuteranno la paziente a comprendere il reale problema e a combattere la mancanza di desiderio sessuale.

Irritazioni e infezioni: A volte il calo del desiderio sessuale può essere dovuto a un problema fisico. Molte donne provano dolore in certi periodi dell’anno, quando fanno sesso, e possono ricondurre (erroneamente) tale dolore alla mancanza di secrezioni vaginali. Una donna che non secerne liquidi viene subito correlata a una mancanza di eccitazione e di desiderio sessuale, di conseguenza ciò la situazione può avere un brutto impatto psicologico sia nella donna che nel partner uomo. In realtà, le cause del dolore possono essere tante, tra cui infezioni, irritazioni e altre patologie anche più gravi. Si può trattare anche di una irritazione cutanea esterna, di una cistite causata da cibi o da sfregamento sui vestiti. I motivi fisici che possono provocare il calo del desiderio sono molti e vanno valutati con precisione.

Inesperienza: Molte volte, le donne che non hanno ancora avuto rapporti sessuali o che hanno da poco cambiato partner, riscontrano un improvviso calo del desiderio. Ciò può essere dovuto anche all’inesperienza della donna o dell’uomo. Se l’uomo non ci sa fare, è imbranato e si vede lontano un km sia inesperto, la donna può infastidirsi, diventare fredda o comunque subire un calo improvviso del desiderio sessuale, nonostante i sentimenti e la voglia di unirsi. Allo stesso modo, la donna, sentendosi non all’altezza del rapporto sessuale per via della sua inesperienza, può subire un calo del desiderio, rimandando il rapporto a quando sarà più grande o più brava. In realtà, nel sesso non ci sono cose che vanno fatte e cose che invece no, non ci sono tabù nel rispetto di entrambi. L’importante è sentirsi sicuri di se stessi, evitare di essere troppo titubanti e di trasmettere il proprio imbarazzo.

Stress: Essere donne in carriera, sempre attive è stakanoviste è bellissimo, però questo può causare un leggero o un elevato stress, che causa la diminuzione del desiderio sessuale. Bisogna cercare di bilanciare svago, vita privata a lavoro e doveri, per evitare l’esaurimento nervoso e fisico. Una donna sempre stanca, giù di corda, nervosa e ansiosa difficilmente desidererà avere un rapporto sessuale con il partner. E’ bene sicuramente capire il problema e ricondurlo alle giuste cause, dopo di che affrontare la situazione magari assieme al partner (se fisso), cercando di rilassare gli animi, senza provocare litigi inutili.