Perché non fare foto osè ecco cosa può accadere con gli ex

Le foto osè
Perchè non scattare foto osè

La fine di una relazione, comporta una serie di conseguenze complesse. Nessuno sa come gestire una rottura: non esistono libretti di istruzioni in questi casi, per cui diventa difficoltoso sopportare l’idea della fine e capire cosa è meglio fare per evitare che avvengano nuovi contatti con il proprio ex. Una delle difficoltà maggiori, è quella legata alla rimozione delle foto, in particolare di quelle osè.

Le fotografie, sono parte integrante di una storia d’amore, in pratica la raccontano. Le foto costituiscono la radiografia della relazione: è una pellicola fatta di tantissimi fotogrammi, pezzi, ricordi, difficili da cancellare. Anche i momenti di intimità, molto spesso vengono fotografati: in particolare le coppie, (ma non solo), amano fotografarsi parti in intimo, o fotografare parti intime del proprio corpo per poi inviarle al proprio partner.

Questo piacevole scambio erotico, è tipico delle coppie attuali, che si fotografano insieme, o quando sono distanti, per avvicinarsi attraverso lo scatto, attraverso l’immaginazione. Che sia per gioco o per ricordo, per goliardia, o per puro erotismo, le foto osè, rappresentano un “pericolo per la privacy” a seguito della fine di una relazione.

Se un ex è in possesso di foto osè, o di video hard, potrebbe divulgarli, o mostrarli ad altre persone, cosi da creare problematiche serie. Una coppia tedesca, è finita in tribunale a causa di alcuni scatti osè: la donna, a seguito della rottura, aveva chiesto al suo ex fidanzato di cancellare tutto il materiale osè e gli scatti che conservava. Il fidanzato, che era un fotografo, si è appellato al diritto di copyright, negando la richiesta che gli era stata fatta. La donna lo ha trascinato in tribunale, impugnando il diritto di privacy che ha vinto sul diritto di copyright.

In moltissimi casi, le foto osè, potrebbero essere utilizzate a discapito del soggetto a cui appartengono. Per questo motivo, è preferibile non esagerare con l’intimità degli scatti.

Oltre alla possibile divulgazione, potrebbero verificarsi diverse altre coincidenze: se le foto vengono scattate con cellulare, potrebbe accadere che queste vengano divulgate in caso di smarrimento del cellulare, o che vengano utilizzate anche per una sorta di meccanismo di vendetta contro il possessore stesso.

Scattare foto osè, non è sempre consigliabile; anche se gli scatti avvengono in modo consensuale, a seguito di una rottura, potrebbero essere utilizzati in modo inappropriato, violando la privacy, per cui, è sempre preferibile che vengano cancellate prima, o che vengano conservate personalmente, senza essere divulgate.