Perché si è più disinibiti in estate?

Estate
Perchè si è più disinibiti in estate

L’estate, è la stagione del relax, della novità, della scoperta, è il periodo in cui calano le inibizioni, in cui le sovrastrutture mentali, perdono di senso, per dare spazio ad un’ampia e sempre più forte disinibizione. Alla domanda “Perché si è più disinibiti in estate?”, si può rispondere in diversi modi, poiché diverse sono le cause della disinibizione stessa. Il richiamo sessuale si fortifica perché ci si sente maggiormente rilassanti e proiettati in una condizione differente rispetto a quella solita; la lontananza dalla routine quotidiana, dallo stress lavorativo, da tutto ciò che comporta impegno mentale e fisico, favorisce una condizione di tranquillità, che stimola nuovi istinti sessuali.

In estate inoltre, l’esposizione al sole è maggiore, cosi come le ore di luce: ciò consente una costante attivazione degli ormoni che attivano il buonumore, e di conseguenza il benessere mentale da cui dipende quello fisico. Il caldo è la luce dunque, sono complici di una condizione ormonale che stimola la produzione di ferormoni che “attivano” il desiderio sessuale e l’impulso sessuale, in modo molto forte. La serotonina che è l’ormone del benessere, aumenta, e stimola a nuovi contatti e relazioni fisiche, cosi come aumenta il testosterone, l’ormone che controlla specificamente gli istinti sessuali.

L’estate è una stagione che rende più disinibiti in generale: quando si è lontani dal proprio ambiente e quindi dalla propria confort zone, ci si sente liberi, perché anonimi e di conseguenza non giudicati, non sottoposti ad una serie di costruzioni che effettivamente la società impone. Il rigore, i freni inibitori, il controllo, non appartengono al vocabolario della stagione estiva che invece propone il lasciarsi andare in modo libero.

In estate si è più disinibiti perché essendo più esposti alla luce solare, c’è una maggiore produzione di vitamina D, che a sua volta stimola il testosterone maschile e l’estradiolo femminile. Questa attivazione in estate è costante, e sommandosi alla produzione di serotonina, ormone del buonumore, determina una maggiore predisposizione agli incontri e quindi alla disinibizione. L’estate infatti è anche apostrofata come la stagione dei tradimenti, perché anche chi è in coppia è stimolato a nuovi approcci, o ad avere più rapporti sessuali con il proprio partner.

La scienza dunque, spiega che il contesto e la cornice, generano un nuovo modo di vivere la propria sessualità, portando ad assumere atteggiamenti e a fare scelte che in un contesto d routine non verrebbero prese in considerazione. Il caldo dunque è benefico, perché attiva tutta una serie di meccanismi positivi, inducendo comunque alla disinibizione.